Curcuma: proprietà, benefici e controindicazioni

La curcuma è un genere di piante appartenente alla famiglia Zingiberaceae, da sempre le piante di questa famiglia sono utilizzate con scopi alimentari e officinali. E’ largamente utilizzata anche in cucina per le sue proprietà benefiche, ma prima di andarle a vedere analizziamo la storia e le origini di questa pianta.

La curcuma: le origini

curcumaCurcuma longa (curcuma per antonomasia) è una pianta erbacea, perenne, rizomatosa della famiglia delle Zingiberacee (una delle molte specie del genere Curcuma), originaria dell’Asia sud-orientale e largamente impiegata come spezia soprattutto nella cucina indiana, medio-orientale, thailandese e di altre aree dell’Asia.

E’ così largamente utilizzata in Asia che viene soprannominata Zafferano delle indie.

Curcuma longa è un’erba perenne che raggiunge un’altezza massima di circa un metro. Le foglie sono grandi, lunghe da 20 a 45 cm, con picciolo allungato.

La radice è un grosso rizoma cilindrico, ramificato, di colore giallo o arancione, fortemente aromatico, che costituisce la parte di maggior interesse commerciale della pianta.

Gli usi della curcuma

Come ben sappiamo, la curcuma è molto utilizzata in ambito culinario. Infatti il nome Zafferano delle indie discende dalla somiglianza, per il colore giallo intenso, con lo zafferano. I rizomi vengono bolliti ed essiccati al sole o in forno, e dopo vengono schiacciati in una polvere giallo-arancio. Il suo ingrediente attivo è la curcumina che ha un sapore terroso, amaro, piccante ed estremamente volatile, mentre il colore si conserva nel tempo.

Oltre che in molte altre ricette indiane, la curcuma è un ingrediente fondamentale di numerosissime ricette asiatiche, come il piatto nepalese chiamato momos (gnocchi nepalesi a base di carne) o il piatto tailandese chiamato kaeng tai pla (curry con gamberi e pesce).

Probabilmente non tutti sanno però che anticamente la curcuma era utilizzata come colorante per tessuti. Da questo punto di vista, però, è poco pregiata perché tende a scolorire al sole.

Curcuma: benefici e controindicazionicurcuma

La medicina ayurvedica, ritiene che la curcuma sia dotata di molte proprietà medicinali che aiutano a pulire l’organismo. I principali effetti sono:

  • Depurativo
  • Digestivo
  • Anti-infiammatorio

Inoltre la curcuma è ricca di antiossidanti, essa infatti riduce la duplicazione delle cellule tumorali. Consentendone la regressione fino alla morte completa.

Proprietà della curcuma

Diverse ricerche hanno dimostrato che la curcuma ha ottime proprietà antiossidanti e antitumorali. In particolare è efficace contro il tumore al seno e all’apparato digerente: stomaco, intestino, colon.

La curcuma è anche un potente antinfiammatorio e epatoprotettore. Infatti essa riesce a depurare il fegato, eliminando le scorie e gli elementi tossici per il nostro organismo. Per questo motivo la curcuma è consigliata per: soffre di cirrosi o epatiti, abusa di alcol o farmaci, chi ha frequenti mal di stomaco o senso di pesantezza.

Da non dimenticare la sua funzione antinfiammatoria che permette di alleviare dolori articolari e/o muscolari ed è un ottimo rimedio contro artriti e artrosi.

Benefici della curcuma

Questa pianta è un vero toccasana anche per la cura della pelle. Non solo può dare benefici estetici, ma anche aiutare la guarigione della pelle. Infatti la curcuma aiuta a eliminare le cellule morte della pelle, donando lucentezza eliminando acne e pelle grassa. Inoltre ha proprietà cicatrizzanti, aiutando il rinnovamento della pelle dopo scottature, infiammazioni e ferite.

Per far si che la nostra pelle benefici di queste proprietà è necessario formare una miscela composta da:

  • Un cucchiaio di curcuma
  • Gocce di limone
  • Acqua

Mettere i tre ingredienti in una ciotola e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Successivamente distendere la miscela direttamente sulla pelle e lasciare agire per circa 15 minuti. E’ necessario infatti che la miscela penetri nella pelle per far sì che la curcuma faccia effetto. Fatto questo risciacquare abbondantemente con acqua: non vi preoccupate se la pelle rimarrà gialla per un po’ poichè questo è il colore naturale della curcuma.

Consigli su come utilizzare la curcuma

La curcuma è facilmente acquistabile in polvere in tutti i supermercati o negozi di alimentari. Oppure si assume tramite integratori.

Bisogna prestare attenzioni alle dosi: si consiglia l’assunzione di massimo due cucchiaini al giorno. Se si assumono integratori bisogna seguire le indicazioni sulla confezione.

Il metodo per assumere la curcuma nel modo più efficace e buono è quella di associarla ad altri alimenti come:

  • Pasta o riso
  • Carne
  • Cereali o legumi
  • Tè o tisane varie

curcumapiperina & curcuma plus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *